Zona Franca

PERCHE' E COME CREARE UN'AREA DEFISCALIZZATA IN EUROPA.

Studio pubblicato 30.ottobre 2014

 

 

#ZONA FRANCA :

Dicesi porto franco, zona franca, o anche zona economica libera , il territorio delimitato di un paese ,dove si gode di alcuni benefici tributari, come il non pagare dazi di importazione di merci ,la limitazione o l'assenza di imposte e tasse o sgravi tributari.

 

#ZONA FRANCA URBANA:

Zone Franche Urbane (ZFU) sono aree infra-comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese. Obiettivo prioritario delle ZFU è favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse.

L'iniziativa nasce dall’esperienza francese delle Zones Franches Urbaines, lanciata nel 1996 e oggi attiva in più di 100 quartieri.

L'istituzione di un numero limitato ZFU nelle città italiane prevede agevolazioni fiscali e previdenziali per rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale nelle piccole imprese di nuova costituzione ivi localizzate.

Tali #agevolazioni, della durata di 5 anni (con graduale phasing out negli anni successivi), consistono in:

 

esenzione dalle imposte sui redditi

esenzione dall'#IRAP

esenzione dall'#ICI

esonero dal versamento dei contributi previdenziali

In misura minore e circoscritta, è previsto anche il sostegno ad imprese già operanti nelle medesime aree.

 

Le ZFU attraverso l'approvazione del CIPE (Comitato Interministeriale Per la Programmazione Economica ) conferisce finanziamenti statali a cascata.

 

Lo Studio dell'associazione non considera la ZFU per due semplici motivi:

 

a) La ZFU viene applicata su piccole aree depresse aventi un basso impatto ed importanza a livello macroeconomico.

b) La ZFU vive in primis attraverso una politica assistenziale la quale si basa sul finanziamento #PUBBLICO,atto e programma non di protezione del sistema in essere ma di crescita ad incentivo del lavoro e del fare impresa.

 

 

 

 

Le immagini sopra ,individuano le aree di maggior interesse economico europeo ( aree scure ) per la tecnologia , design ,sapere ,impresa,logisticha,produttivo-manifatturiero,it ed occupazionale.

 

La Svizzera non è inclusa perchè non aderisce in totum all'europa,mentre l'UK è ad un bivio ( entro il 2017 il popolo andrà a referendum e deciderà se aderire in totum all'UE oppure uscirne completamente.)

 

Oggi il sistema Europa vive con forti diseguaglianze sociali,amministrative,politiche,impositive e fiscali.

 

Detto questo,le aree ad oggetto di studio, che abbiamo dichiarato a forte interesse economico,vivono al proprio interno europeo profonde differenze politico amministrativo,fiscale e logistico.

 

Il popolo della "partita iva" che opera in Lombardia oggi non ha le stesse condizioni lavorative del popolo della " partita iva" che opera nel Berkscire (uk) o che opera nella regione tedesca della Ruhr.

 

La proposta dell'associazione #THINKTANKZONAFRANCA è semplicemente quello di LIVELLARE IL GAP delle Regioni ad interesse europeo attraverso una seria politica fiscale-amministrativa attuata attraverso la creazione di aree defiscalizzate (zona franca ) che siano capaci nel breve tempo di eliminare le tante diseguaglianze regionali con il fine la difesa del "popolo che lavora e produce" alla luce della imminente attuazione del progetto #TTIP voluto fortemente dalla governance #UE

 

email PEC : thinktankzonafranca@pec.it

<Attenzione questa mail non accetta posta ordinaria>

THINK TANK ZONA FRANCA.IT

per la stampa,soci ed istituzioni : info@thinktankzonafranca.it

iscriviti alla nostra mailing list : mail@thinktankzonafranca.it